La leggenda di Colapesce - Teatro delle Beffe

Vai ai contenuti

Menu principale:

La leggenda di Colapesce
di Ludovico Caldarera

Cola era un ragazzo che amava tantissimo il mare, a tal punto da passare tutto il suo tempo in acqua a nuotare. Era così grande la sua abilità che tutti lo chiamavano 'Pesce' e da quel momento Cola per tutti diventò Colapesce. Quante storie raccontava di quel mondo sotto il mondo! E le barche che aiutava! Ma la mamma era scontenta di questa stravaganza e un giorno, vedendo che il figlio usciva per andarsi a rituffare, si arrabbiò a tal punto che gli disse: "Che tu, o Cola, possa davvero diventare un pesce". Nel frattempo, Federico II re di Sicilia volle metterlo alla prova. Ma nel mare si nasconde l'imprevisto: Colapesce, chi l'ha più visto?
“SI DICE CHE COLAPESCE, GIUNTO IN FONDO AL MARE, VIDE CHE UNA DELLE TRE COLONNE CHE SOSTENGONO LA SICILIA, ERA QUASI SUL PUNTO DI INFRANGERSI.
ALLORA, TEMENDO CHE LA NOSTRA BELLA SICILIA POTESSE SPROFONDARE DA UN MOMENTO ALL'ALTRO, VOLLE SOSTITUIRSI AD ESSA E CORSE PER SORREGGERLA, PER NON FARLA SPEZZARE DEL TUTTO.
ALTRI DICONO CHE COLA VAGA ANCORA DISPERATO SUL FONDO DEL MARE IN CERCA DELL’ANELLO DELLA PRINCIPESSA.
MA L’ANELLO E’ TROPPO PICCOLO E IL MARE E’ TANTO GRANDE”.
(Brano tratto dallo spettacolo)

 
 

 

Torna ai contenuti | Torna al menu